sali e t’abbacchi

guardare il mondo dalle tue finestre è forse ancora più bello che portarti nella pancia. rileggere tutti quei libri spettinati, riaccoppiare calzini spaiati e ricordi spariti, fino a farsi mancare il lineamento di un mento che a malapena si ricorda.

ognuno di noi ha due io (gli ii), è che io non c’entro con quello che metti al centro. svestendoti del mio amore ripiegalo bene e lascialo lì come lo hai trovato, che non si vedano i cartellini coi prezzi, perché l’amore non lo apprezzi ma non è compito tuo.

cercherai le mie parole nella memoria, e non le troverai. pregherai di sentirle un’altra volta e non le sentirai. non ci saranno più i miei occhi a guardarti mentre ti fai il segno dell’atroce.

non avere paura per me, continuerò a cercare ciò che non sei stata. uscirò, conoscerò persone e poi, una sera, qualcuna mi inviterà a salire da lei. arrivati al dunque, sotto il vestito… Tito.

oppure sarò io a dire “vieni su da me a vedere la mia collezione di farfalle nello stomaco. se non ti piace, ti rivesti e te ne vai”.

(Visited 423 times, 1 visits today)

27 Comments

  1. Avatar Daniele Verzetti Rockpoeta® 09/05/2019 at 17:30

    Sembra un discorso d’oddio(no d’addio) in piena regola solo nello stile unico, inimitabile ed inconfondibile di Digito. In questo post ti ritrovo più tagliente e sarcastico come un tempo sia pure con quella punta di amara dolcezza che poi ti ha sempre caratterizzato, secondo me.

    Reply
    1. digito digito 10/05/2019 at 06:58

      sai che detto da te, è roba da pelle d’oca? mi inchino, maestro ?

      Reply
  2. Avatar Riccardo Giannini 09/05/2019 at 20:18

    Il problema degli “Io” è molto interessante..
    Secondo me l’io che si mette al centro, in un rapporto, è quello che purtroppo è condizionato dall’altra parte…
    Nell’Amore con la A maiuscola invece i due “Io” sono vist dall’altra parte come una cosa sola.

    Reply
    1. digito digito 10/05/2019 at 06:57

      gol. da trenta metri, in rovesciata, col vento contro, sotto il 7. (te sei di una squisitezza rarissima)

      Reply
  3. Avatar Gus O. 10/05/2019 at 00:14

    Scrivi giocando con le parole. Ti credi originale, invece, fai ridere.

    Reply
    1. digito digito 10/05/2019 at 06:57

      cavoli, gus! è un complimento bellissimo! grazie!

      Reply
  4. Avatar Lampur Franco Battaglia 10/05/2019 at 06:27

    Posso solo ammirare chi bergonzona con arguzia, certo lo scenni e te diverti salta subito in mente a chi giocava mille fa con i protogiochidiparole, vuol dire che gli anni passano e si ammucchiano sempre meno ordinati, specie per chi comincia a vedere che c’è troppa roba dietro e sempre meno davanti…si diventa frenetici come a voler bruciare le tappe prima che il cerino acceso in mano bruci noi…

    Reply
    1. digito digito 10/05/2019 at 06:55

      mica lo so. però ci penserò. non ho mai guardato al tempo come a una linea retta, ma il susseguirsi di linee spezzate, sorte di rinascite. credo anche che sia una cosa comune a molti. perché il mondo è pieno di gente che si piAga ma non si spezza.

      Reply
  5. Avatar Metalveg 10/05/2019 at 14:28

    Di una bellezza e dolcezza struggenti

    Reply
    1. digito digito 10/05/2019 at 17:49

      Sei gentile, grazie. Ma più di 5 euro a commento non te li do. ?

      Reply
      1. Avatar Metalveg 10/05/2019 at 17:54

        Mi ci compro le sigarette e 4 goleador alla frutta.
        Accetto

        Reply
        1. digito digito 11/05/2019 at 07:14

          le goleador! le voglio anche io 🙂

          Reply
  6. Avatar Fra piccole iene solo se conviene 11/05/2019 at 06:35

    Mi voglio proprio male ??? eh si
    Dico, ma tu tutte ste stronzate le scrivi perché pagato, perché sei convinto che certe bufale facebookiane-whatsappiane siano reali, o perché, davvero, il tuo muso da iena non sa più che pezzo attaccare per nutrirsi?
    Pensa alla tua vita, se ne hai una dai ?ma qua è evidente che… Soldi…
    Rispondi adesso, uomo delle caverne, zotico, zulu XD (a prescindere)

    Reply
    1. digito digito 11/05/2019 at 07:10

      si vede che ti vuoi male. lo si intuisce. tra l’altro ti fingi donna ma, considerando che il gentil sesso ha di norma più cura della lingua italiana, da come scrivi sei uomo, complessato, descolarizzato e tvcentrico.

      così, tanto per regalarti qualcosa, le parole di importazione non prendono la “s” al plurale. quindi, per venire incontro alla tua scarsa comprensione, il plurale di “follower” resta “follower”. il resto non l’ho capito, se riprovi in italiano forse ti viene meglio. l’unica cosa che ho capito è “zulu”, popolo ngoni e swazi che ha fronteggiato l’impero colonico britannico. è un complimento, anche se non lo sai e non hai i mezzi per capirlo. tra l’altro ad oggi sono circa 10milioni di persone. quindi dare dello “zulu” a qualcuno non significa nulla.

      ho capito anche che non tornerai più. non ne sono certo ma così, a naso, penso che non mi mancherai.

      per il resto sei libero di dire quello che vuoi, qualifichi te, non me. puoi comunque andare a continuare a stare male da un’altra parte.

      inoltre (è bastato un ping): siciliano, ceto culturale medio-basso, dispositivo android con display piccolo, nella fattispecie uno huawei dra-l01 y5 (99 euro buttati nel cesso), quindi probabilmente ceto economico basso e cultura tecnologica completamente assente, se ne deduce (dati Istat e OCSE) che livelli culturale ed economico bassi coincidano con una scarsa capacità di profilassi il che, a sua volta, coincide con la facile cronicizzazione di malattie, nel tuo caso mentali. in parole semplici (quelle che puoi capire), idiotas (con la “s”, che ti piace tanto)

      prima di venire a fare le pulci a me, cosa della quale hai certamente diritto al pari di qualsiasi altro uomo sulla terra, sarebbe opportuno che tu mettessi a tacere la tua innaturale voglia di rivalsa e il tuo odio per il mondo, che resta un posto bellissimo a prescindere, anche se minimamente popolato da uomini della tua levatura.

      infine, prima di mandarti a cagareS, ti invito a rivedere il tuo comportamento: qui, oltre a palesarti per un disastrato, non hai fatto nulla di illegale e, anche se lo avessi fatto, non avrei certo fatto ricorso alle autorità.

      però (dubito tu riesca a capire) se altrove tu dovessi superare la linea del lecito, figurati quanti secondi impiegherebbero le autorità a bussarti alla porta di casa, se io in 30 secondi ho già capito chi sei, da dove chiami e cosa fai nella tua inutile vita.

      a mai più leggerti. centra il buco e tira l’acqua

      Reply
  7. Avatar Fra piccole iene solo se conviene 11/05/2019 at 06:44

    (riferendomi ovviamente alle tue insinuazioni in ‘about me’ o come l’hai storpiato. ? Il bello è che i tuoi followers (pagati) (come pagato sei tu che scrivi) li credono verità. Mah. Vabbè. Il post manco l’ho letto, cmq. Non credo tornerò… Mangiate finché c’è cibo in tavola 🙂

    Reply
  8. Avatar Fra piccole iene solo se conviene ( chiaramente in crisi) 11/05/2019 at 06:56

    Ultima cosa: mi raccomando. La mia mail adesso ce l’hai. Ve l’ho confermata. Vedete di sfruttarla. ?

    Reply
    1. digito digito 11/05/2019 at 07:19

      “ve l’ho confermata”? a chi? sono uno. la schizofrenia è roba tua. quali voci senti? l’indirizzo email ho provato a venderlo agli spammerS, non l’hanno voluto. hanno chiesto 2 euro (loro, a me). ci ho pensato un attimo, ma non li vali.

      oh, coso, ti rammento che meno di 15 minuti fa hai detto che non saresti tornato. uomo tutto d’un pezzo, eh?

      Reply
  9. Avatar Irene 11/05/2019 at 18:03

    “svestendoti del mio amore” me lo appunto… che è figo e fa riflettere. Solitamente si pensa a liberarsi di un amore strappandoselo di dosso. Oppure, lavandolo (strigliandosi bene bene), drenandolo, purgandolo… Svestirsi di un amore è gentile, forse un pò più triste…
    Gli IO mi sa che sono più di due a testa: guardandomi intorno non ho dubbi.

    Reply
    1. digito digito 12/05/2019 at 17:19

      è un modo civile di dirsi addio. senza rancori, ripicche, asti o serravalle (che è vicino ad asti).

      non so quanti sono gli io, però attenta a quello che scrivi, un giorno potrebbe avverarsi

      Reply
      1. Avatar Irene 12/05/2019 at 23:34

        Sono sen-scri-tiva. Tu apocal-digito ?apriamo p.i. A-profittiamo, d’altronde a me manco le 5 euro… uffa

        Reply
        1. digito digito 13/05/2019 at 05:39

          il potere della scrittura fa paura. 5 euro? prima o poi qualcuno ci crederà.

          Reply
          1. Avatar Irene 13/05/2019 at 19:50

            Prima andavo in Egitto. Sgomitavo per andarci. Ci sono posti di cui ci sentiamo parte senza motivo. Una volta un venditore che aveva appena aperto la sua bottega di inchiostri ed essenze stava sulla strada con un quaderno, per farsi scrivere frasi d’augurio da chi passava. Lo chiese a me. Perché a me? Bo, perché avevo una gonna tanto colorata. Le mie colleghe erano più serie.
            Scrive tu kalima per Amir…
            Scrissi sul suo quaderno: Che l’inchiostro di Amir faccia volare libellule ed i suoi profumi riempiano di vento i cieli.
            Chissà se la scrittura è veramente magica e potente. Chissà se la bottega di Amir è stata distrutta dalle guerriglie.

            P.s. Solo un idiota lo può credere, dei commenti a pagamento (e sono educata)

            Reply
            1. digito digito 26/05/2019 at 15:19

              la scrittura è magica e potente, credo di sì. perché è un gesto che materializza un pensiero. può essere curativa e può uccidere, così come una mano che accarezza o che strangola. il negozio di amir è fervido e vivente. (ora fa appretti col manico, stir e amir) (toglimi l’amicizia)

              Reply
  10. Avatar Gus O. 14/05/2019 at 19:56

    Digito, sul mio blog qualcuno ha scritto qualcosa, usando la lingua inglese, che mi fa pensare a te.

    Reply
    1. digito digito 26/05/2019 at 15:20

      non sono io. è uno spammer, ne girano a iosa. mi spiace tu possa pensare che io sia tipo da fare cose simili

      Reply
  11. Avatar Fracatz 21/05/2019 at 20:06

    Come si fa a ricevere il compenso una volta diventato follower ?

    Reply
    1. digito digito 26/05/2019 at 15:25

      ciao, grazie di essere passato qui (e di avere trovato il coraggio di lasciarne traccia) 🙂

      quella del compenso, ovviamente è una boutade. ma a fronte di un corposo bonifico, potrei anche pagarti 🙂

      (buona domenica)

      Reply

Rispondi a Fracatz Annulla risposta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.