il non limite in ogni “non”

sei la bellezza che si fonde nelle opere dell’uomo e che rende più viva e brada la natura, la perfezione che si eleva come luce sopra al mondo. non la chiave che apre ogni serratura ma l’assenza di serrature, non il faro che guida le navi ma la terra che le richiama. non gli uccelli che fendono l’aria ma l’assenza di gravità grazie a cui anche io so volare.

non la pace ma l’assenza di guerra, non le campane ma l’ascetismo, non il sole ma ogni corpo celeste, non un corpo ma l’insieme delle cose.

non la scelta ma l’unica realtà possibile, non il passato ma luoghi in cui vorrei essere stato, non futuro ma tempo in cui essere. non forza ma assenza di necessità, non coraggio né zavorra, ma promesse e verità.

e se tu, ora, implodendo facessi sparire il creato, non ci troverei niente di sorprendente o di sbagliato.

e se tu, in un qualsiasi ora, vedessi soltanto buio, invocherei la più serena di ogni notte.

(Visited 855 times, 1 visits today)

20 Comments

  1. Avatar Daniele Verzetti Rockpoeta® 12/06/2019 at 09:58

    Sembra una bellissima dichiarazione d’amore, ma magari mi sto sbagliando. Una “non” dichiarazione.

    Reply
    1. digito digito 13/06/2019 at 06:55

      è una dichiarazione d’amore per la vita e per ciò che è vitale al punto da renderla magica

      Reply
    2. Avatar Claudia 15/06/2019 at 09:10

      Ho pensato anch’io che sarebbe perfetta per la persona amata, ma ero certa che l’avresti dedicata alla vita, alla musica o a qualsiasi entità suprema ed astratta.
      Sei sempre il solito.. ?
      Allora, come Paola S. penserò xhe che l’hai dedicata a me.
      Bacio

      Reply
      1. digito digito 16/06/2019 at 04:27

        eh. è anche per lorenzo senior

        Reply
  2. Avatar Fracatz 12/06/2019 at 16:20

    eh sì, volenti o nolenti siamo tutti figli delle stelle anche se qualcuno insiste col non volerlo essere per via della canzone e qualcun’altro, come me, perché dalle mie parti quelle signore non si chiamano stelle

    Reply
    1. digito digito 13/06/2019 at 06:57

      qualsiasi cosa tu volessi dire, hai certamente ragione.

      Reply
  3. Avatar Mariella 12/06/2019 at 21:27

    “e se tu, in un qualsiasi ora, vedessi soltanto buio, invocherei la più serena di ogni notte.”
    L’amore fino alla fine del mondo. (cit.)

    Reply
    1. digito digito 13/06/2019 at 06:58

      ciao, dici che ho copiato da qualche parte? (non ho capito, giuro)

      non escludo di avere letto qualcosa di simile e che poi sia uscita in modo inconscio. escludo però di avere letto libri che parlano d’amore, non sono il mio genere. a me piace roba meno complicata 🙂

      Reply
      1. Avatar Mariella 13/06/2019 at 08:12

        Ma no, sono io che, dopo avere riportato parte del tuo post che ho trovato estremamente poetico, ho citato una delle mie canzoni preferite! Bacio?

        Reply
        1. digito digito 16/06/2019 at 04:29

          vedi quanto sono rinco? eh, noi ometti siamo sempre un passo indietro rispetto a voi omette 🙂

          Reply
  4. Avatar Irene 13/06/2019 at 12:22

    Di qualsiasi genere di dichiarazione si tratti, è una delle più belle e sentite che abbia mai letto. Le tue riflessioni lasciano tracce profonde. Fortunati noi che ti leggiamo.
    Un abbraccio :*

    Reply
    1. digito digito 16/06/2019 at 04:23

      fortunati voi che mi leggete? da ubriachi, forse 🙂

      fortunato chi trova un sentiero tutto nuovo da percorrere, fortunato chi ha occhi che non smetterebbe mai di guardare. chi legge me, al limite, fa la fortuna del proprio terapeuta 🙂

      Reply
  5. Avatar gus 13/06/2019 at 19:12

    E se quest’Entità fosse Dio che senza l’intermediazione di Maria è venuto ad abitare in mezzo a noi scegliendo il momento giusto perché Basaglia gli ha fornito il paracadute.

    Reply
    1. digito digito 16/06/2019 at 04:24

      sai gus, non ho capito? parli di basaglia (quello della 178?), mi stai dando del pazzo? fai tu. ma non ho capito

      Reply
  6. Avatar Paola S. 13/06/2019 at 19:57

    Oh cacchio che bellissimo post! Non so cosa altro aggiungere ma davvero hai trovato delle parole bellissime **
    Poi scritta così sembra proprio che sia dedicata a chi la legge <3 quindi sono io la protagonista 😛

    Reply
    1. digito digito 16/06/2019 at 04:25

      l’ho scritto per chi mette amore in quello che fa, per chi trova amore in quello che riceve, per chi ama e per chi riceve amore. dimmi tu, l’ho scritto per te?

      Reply
  7. Avatar Riccardo Giannini 15/06/2019 at 21:41

    No, non sono versi per una donna o per l’amore.
    E’ qualcosa oltre la dimensione dell’uno+uno.
    E’ una proiezione di noi stessi verso la vita, verso ciò che ci circonda.
    Ciò accade quando riusciamo a NON farci soffocare dai pensieri negativi.
    Vediamo il bello nelle opere dell’ingegno umano, vediamo il bello della natura: perché il bello ci circonda, ma spesso NON ce ne accorgiamo, pensando solo al brutto.
    NON vediamo barriere e prigioni intorno a noi, anzi, riusciamo anche a volare.
    NON scegliamo il facile rifugio della nostalgia verso le cose belle del passato, ma pensiamo ai luoghi in cui non siamo stati. Siamo lì, con il pensiero.
    Vediamo il futuro NON come ciò che ci attende, ma come prolungamento del nostro essere, del nostro io.
    Liberi dalle barriere mentali che ci costruiamo (spesso facciamo le cose per necessità e costrizione, ma in realtà nessuno ci costringe).
    Liberi dalle zavorre, senza essere prigionieri del coraggio che spesso sfoggiamo solo per dare dimostrazioni agli altri.
    La promessa di realizzare la nostra essenza. La verità: noi stessi, la nostra essenza.
    E se ti tagliassero a pezzetti (piuttosto che la sparizione improvvisa tramite implosione…), il vento ti raccoglierebbe. Il regno dei ragni cucirebbe la pelle. La luna tesserebbe i capelli e il viso. E il polline di un Dio, il sorriso.
    Perché la signorina libertà la teniamo prigioniera, ma nessuno può ucciderla.
    Ho sbagliato, NON è vero che NON siano versi dedicati all’amore.

    Reply
  8. digito digito 16/06/2019 at 04:26

    riccardo! ma wow! questa tua risposta è ben più preziosa del post (che merita molto meno di quello che ci hai visto, ma wow lo stesso)

    ti abbraccio, grazie

    Reply
  9. Avatar gus 16/06/2019 at 08:40

    Digito, il mio commento è istintivo e devo capirlo anche io. L’enfasi che contraddistingue il Cantico fa pensare al Discorso della montagna , il sermone rivolto da Cristo a una gande folla, oppure a san Francesco in fratello sole. Ebbene Cristo è la verità e non c’è niente da aggiungere, Francesco è un santo che somiglia a Cristo e può dire quello che vuole. Se lo fai tu scivoli verso Basaglia. Le risposte al tuo post, escluso Riky che riesce a trovare il bello anche nella follia, non sono meno pesanti della mia. Qualcuna è da adulatore interessato. Anche la lode alla donna è esagerata. La sua diversità deriva dalla logica ormonica. Ha quello che a noi è stato giustamente tolto. Non a tutti. Per esempio ci sono donne che vivono in un corpo di maschio, e uomini che sono femmine.

    Reply
    1. digito digito 17/06/2019 at 10:18

      buongiorno gus, come ho scritto prima. non ho proprio niente da dire. resto fedele al principio secondo cui ognuno dà quello che può dare nel momento esatto in cui lo dà. e non uso etichette. le lascio a chi è capace e ha la pazienza di staccarle dalla pellicola e apporle.

      Reply

commenta pure, lascia la scia

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.